Associazione Amici dell'Arte di Cesena
  • statuto
  • programma
  • arte
  • letteratura
  • mostre
  • news
  • contatti
Chi siamo

L’Associazione AMICI DELL’ARTE DI CESENA è nata in modo informale nel 2014 e si è costituita come associazione di promozione sociale nel settembre del 2015.
L’Associazione ha come finalità la promozione della cultura nei suoi molteplici aspetti e nelle sue varie forme espressive attraverso l’organizzazione di corsi di letteratura e storia dell’arte, che analizzano i percorsi della produzione letteraria e dei movimenti artistici italiani e stranieri in modo articolato ed in connessione con la storia, la filosofia e lo sviluppo sociale.
I nostri corsi si svolgono da settembre a maggio nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana, con cadenza settimanale , alternando arte e letteratura, e hanno come relatore il prof. Renzo Golinucci, filosofo dell’arte.
Le lezioni sono aperte a tutti e gratuite.
L’Associazione organizza anche uscite culturali per visitare mostre d’arte e altri eventi.
A partire dal febbraio 2017 l’Associazione ha sede in via Vescovado 5 e qui sono state organizzate mostre d’arte e incontri dedicati alla cultura.

Leggi di più
Programma 2018-2019

Scarica il programma completo dei corsi di arte e letteratura 2018-2019.

Programma   Pieghevole
Video Lezioni

PRIMA DI INIZIARE
Per poter accedere all’area riservata dell’Associazione degli Amici dell’Arte di Cesena è necessario possedere un Account Google (una Gmail, per semplificare). Se non la possiedi clicca su questo link (altrimenti salta questo passaggio) e crea il tuo Account Google inserendo i tuoi dati personali, un nome utente (di tua fantasia, purché disponibile) e una password. Nota bene: ricorda (magari segnatelo tra gli appunti) il nome utente che hai inserito perché sarà appunto la Gmail che ti verrà chiesta più avanti, e ricorda anche la password, ma, attenzione, non dovrai comunicarla a nessuno, ti servirà per accedere all’area riservata.

RICHIESTA DI INSERIMENTO NEL GRUPPO ONLINE DI AMICI DELL’ARTE
Comunica l’indirizzo della tua (nuova) Gmail allo staff dell’Associazione richiedendo che venga aggiunto nel gruppo.
Non appena un membro dello staff inserirà il tuo indirizzo Gmail nel gruppo riceverai una email di conferma da amiciarte14 con scritto Sei stato aggiunto a amiciarte14. Si tratta solo di una email di notifica, non dovrai fare nulla una volta ricevuta: il gruppo di cui sei diventato membro, infatti, ti servirà unicamente come lasciapassare per accedere alla sezione video.

ACCESSO ALL’AREA RISERVATA (GOOGLE DRIVE)
Clicca su questo link e poi clicca sul bottone blu al centro con scritto Vai su Google Drive.
Effettua il tuo accesso a Google con il tuo account personale: inserisci la tua Gmail (se richiesto, altrimenti se è già memorizzata non serve) e la tua password (se richiesta).
Clicca nel menù sulla sinistra sulla voce Condivisi con me.
Qui troverai una cartella denominata Amici dell’Arte. Fai doppio click su di essa per aprirla (proprio come una normale cartella di Windows). Al suo interno troverai tutto il materiale a te riservato, organizzato in sottocartelle. Per aprire una cartella o un file (per es. un video) fai doppio click sulla relativa icona.

Leggi di più
Ultime news
  • 13 dicembre 18
    Amici dell' Arte di Cesena
    Leggi il post
  • 10 dicembre 18
    Amici dell' Arte di Cesena
    Leggi il post
  • 06 dicembre 18
    I nostri soci come sempre potranno utilizzare lo sconto che prevede l' ingresso di due persone al prezzo di una.
    Leggi il post
  • 05 dicembre 18
    Amici dell' Arte di Cesena
    Leggi il post
  • 29 novembre 18
    Amici dell' Arte di Cesena
    Leggi il post
  • 28 novembre 18
    Amici dell' Arte di Cesena
    Leggi il post
  • 26 novembre 18
    ANTEPRIMA della Visita alla mostra del 31 GENNAIO dell' artista simbolo del Novecento:
    Leggi il post
  • 21 novembre 18
    Amici dell' Arte di Cesena
    Leggi il post
  • 15 novembre 18
    ' Scrittore russo (Orël 1818-Bougival, Parigi, 1883). Discendente da una nobile famiglia di origine tartara, insediatasi in Russia ai tempi dell' Orda d' oro, Turgenev trascorse i suoi primi anni nella tenuta della ricca famiglia materna, i Lutavinov, e subì l' influsso prepotente, tirannico della madre, donna violenta e, secondo alcuni biografi, anche crudele. Nel 1827 la famiglia si trasferì a Mosca, dove Turgenev fece i suoi primi studi all' università, che completò a Pietroburg...' Continua a leggere'
    Leggi il post
  • 15 novembre 18
    Lezione del 14/11/18 JEAN DUBUFFET " Valori selvaggi"
    Leggi il post
  • 09 novembre 18
    GIOVEDI' 31 GENNAIO visiteremo la mostra. Chi intende partecipare deve dare conferma entro e non oltre il 5 DICEMBRE. I posti sono limitati a 29. Per ulteriori informazioni 3404042770.
    Leggi il post
  • 09 novembre 18
    Amici dell' Arte di Cesena
    Leggi il post
  • 07 novembre 18
    ' Jean Dubuffet nasce a Le Havre il 31 luglio 1901. All’età di 18 anni inizia a frequentare L’Académie Julian a Parigi, ma fin da allora, la sua ostilità nei confronti della cultura ufficiale, della tradizione accademica e dell’arte da museo, lo porta ad abbandonare gli studi per frequentare l’ambiente artistico parigino (entra in contatto con artisti quali Raoul Dufy e Fernand Léger). La scelta di dedicarsi completamente alla pittura sarà lunga e travagliata. Inizierà a diping...ere solo nel 1942 dopo aver lavorato come disegnatore industriale e presso l’azienda agricola di famiglia. La concezione artistica di Dubuffet si scosta dai canoni stabiliti dai circuiti ufficiali. Egli identifica la creazione con la spontaneità, l’impulso emotivo che prescinde dalla resa estetica e formale. Lo affascina l’arte primitiva perché precede ogni imposizione culturale; è attratto dai disegni ingenui dei bambini e dei malati mentali che eludono la coscienza e la conoscenza. Artista non è chi possiede una formazione accademica e competenze tecniche.Da questi presupposti nasce quella che lui stesso definisce Art Brut, di cui fonda la compagnia, nel 1947 con André Breton, Jean Paulhan e Michel Tapié dopo aver allestito il Foyer de l’Art Brut: un’esposizione di opere di bambini, alienati mentali e emarginati, nella Galleria René Drouin di Parigi. Le opere degli anni ’40 hanno un’impronta fortemente materica, tendente all’informale. Sono caratterizzate da evidenti similitudini con il linguaggio segnico infantile. Nonostante i Portraits abbiano un tono rozzo e grottesco, quella di Dubuffet non vuol essere denuncia sociale o morale, basa semplicemente il suo processo creativo sull’immediatezza e sul gesto impulsivo, frutto dell’inconscio. Negli anni ’50 approfondisce le sue ricerche sulla materia grezza che, secondo il suo pensiero, deve mantenere la matrice originaria anche nell’opera. Introduce, quindi, frammenti di oggetti, animali (come ali di farfalle) e vegetali nei suoi lavori. egli anni ’60 il suo stile muta radicalmente. Compaiono immagini sovrapposte, incastrate tra loro, ricche di dettagli: composizioni che giocano con la percezione dell’osservatore. In questo stesso periodo realizza anche sculture, scenografie e architetture ambientali, come il Gruppo di Quattro Alberi, commissionatogli nel 1970 dal banchiere David Rockefeller. Tutta la sua produzione è accompagnata da testi, scritti da lui, in cui spiega la sua arte e le sue teorie. Jean Dubuffet muore a Parigi il 12 maggio 1985.' Altro...'
    Leggi il post
  • 01 novembre 18
    Amici dell' Arte di Cesena
    Leggi il post
  • 01 novembre 18
    IL GRUPPO DELLE AVANGUARDIE CoBrA: movimento all' insegna del COLORE e della forza del GESTO. Ultima lezione del nostro perogramma di arte del ' 900.
    Leggi il post
  • 01 novembre 18
    ' Scrittore russo (Sorocinzi 1809-Mosca 1852). Primo grande rappresentante del realismo russo, Gogol nacque da una famiglia borghese; il padre, possidente, aveva raggiunto una certa notorietà locale come autore di teatro (unica testimonianza: "Un grossolano", ossia la furbizia femminile) e da lui Gogol ereditò l' amore per la sua terra e le sue tradizioni. Studiò a Poltava e poi a Nežin dove lesse Deržavin, Puškin e Rylejev, ufficialmente ignorati dai suoi educatori. Perduto il... padre nel 1825, il suo amore per la madre divenne quasi morboso e se negli ultimi anni la sua mente turbata gli fece credere di essere il Messia, la madre andò parlando di lui come di un genio, cui si dovevano grandi invenzioni. Nel 1828 Gogol si trasferì a Pietroburgo e qui ebbe l' amarezza di veder aspramente criticato un suo poema romantico scritto l' anno prima, il Gans Kjuchelgarten, che per l' umiliazione egli andò ritirando di copia in copia nelle librerie. Intanto, dopo il fallito tentativo di fare l' attore, si era impiegato in un ministero, studiò pittura e pubblicò i primi racconti delle Veglie alla fattoria presso Dicanca (1830) il cui ciclo si concluse nel 1832. " Il cappotto" (scritto tra il 1839 e il 1841 e apparso nel 1842), trasfigurazione fantastica del reale nella tragica e grottesca storia di un modernissimo impiegato, Akakij Akakievič, morto di crepacuore per essere stato derubato del cappotto, sognato e accarezzato come aspirazione unica di vita, Con Le anime morte, il suo capolavoro, Gogol colpì al cuore la vecchia nobiltà di campagna, i grossi proprietari terrieri. La storia di Čičikov, un piccolo truffatore che gira tra i proprietari terrieri per acquistare le “anime morte” (contadini defunti non ancora cancellati dai registri dei vivi) e instaurare capziosi raggiri, è in realtà una satira ferocissima di un mondo instaurato su un' istituzione indegna e consentì a Gogol di creare una galleria unica di ritratti indimenticabili e di svelare tutto il dolore di un popolo.' Altro...'
    Leggi il post
  • 29 ottobre 18
    Dopo aver visitato domenica 28 la Mostra di Mantova, ricca soprattutto di grafica, per non dimenticare le opere più famose e i suoi vibranti colori ecco in video la bellezza e la ricchezza delle opere nel MUSEO MARC CHAGALL di Nizza.
    Leggi il post
  • 25 ottobre 18
    ' CO.BR.A.: Movimento pittorico (il cui nome è composto con le sigle di Copenaghen, Bruxelles e Amsterdam), fondato nel 1948 dai pittori Jorn, Appel, Corneille, Alechinsky e altri, fu attivo in Europa fino al 1951. Comune a tutti i suoi componenti è la matrice espressionistica, tedesca (specialmente Nolde) e nordica (soprattutto Ensor e Munch), sfociante in una pittura segnico-gestuale, dalla materia cromatica densa e violenta, talora incandescente (Appel), che esplode sulla te...la con straordinaria immediatezza e furiosa vitalità. Nella seconda fase del movimento, la tensione del segno e la violenza del colore si placano in evocazioni surrealisteggianti di mondi animistici, primordiali, in preziosi intarsi di forme. Alle pretese razionalistiche del Bauhaus, lungamente attive nell' area belga-olandese, il gruppo Cobra contrappone una prepotente esigenza di partecipare alla vita nella sua dimensione più autentica, quella naturale, considerata come l' unico mezzo di protesta e superamento delle sistematiche violenze della civiltà contemporanea.' Altro...'
    Leggi il post
  • 25 ottobre 18
    Su Tele Romagna si parla della mostra "Essere Nori" stasera alle h 18.15 e in replice alle 21.30 su TR 24 Federica Mosconi intervista Giuditta Barduzzi sulla figura e l' opera di Elenora "Nori" De' Nobili nella trasmissione Faccia a Faccia.
    Leggi il post
eventi
Soci

Chi vuole sostenere le iniziative e il progetto culturale dell’Associazione può diventare socio iscrivendosi a partire dal mese di settembre 2018 per l’anno 2018-2019.

Sono previste tre tipologie di soci:

1. Sostenitore costo tessera annuale: oltre i 65 euro
2. Ordinario costo tessera annuale: 65 euro
3. Giovane (sino a 30 anni) costo tessera annuale: 15 euro

AGEVOLAZIONI PER I SOCI

Con la tessera dell’Associazione si ha diritto a:
Sconto 2x1 ( due persone pagano un solo biglietto)
al Cinema Eliseo per il ciclo “La grande arte al cinema”, la lirica, la danza, il teatro.
Sconto 10%:
- libreria Coop del centro Lungosavio
- libreria Mondadori Viale Carducci, 27
- libreria “I libri di Elena” Corte Piero della Francesca, 59

Leggi di più
Come iscriversi

I nuovi soci e i soci dell’anno 2017-2018 si possono iscrivere per questo anno 2018-2019 compilando la scheda di iscrizione (qui sotto) e versando la quota sociale o

- tramite bonifico a Iban Associazione (indicando nella causale: nome e cognome, quota associativa)
IT 39 H 07070 23900 000000847497

o versando direttamente ai nostri incaricati
- prima o dopo le lezioni in Malatestiana
- prima della assemblea dei Soci che verrà convocata il 10-09-2018 alle ore 17 nella sede in Via Vescovado 5.
- su appuntamento nella sede telefonando al 347 129 41 74 o al 340 404 2770

Scheda di iscrizione
5 x mille

Per donare il tuo 5 x mille alla nostra associazione utilizza il codice: 90073620404

Grazie.

Video
Richiesta informazioni
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Messaggio
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso*
(*) campi obbligatori
Loading…